Shara

 19Shara (Sarah Ancarola) è una cantautrice di origine partenopea che inizia giovanissima il suo viaggio nel mondo della musica. Dopo il liceo frequenta l’Università Popolare dello Spettacolo e, contemporaneamente, hanno inizio le sue collaborazioni artistiche di vario genere. Si trasferisce a Londra all’inizio del 2007 con l’intento di trovare in territorio straniero la strada giusta per il lancio del suo primo album “Pranava Rainbow” da lei stessa scritto e composto interamente in lingua inglese. Una autoproduzione ricca di sonorità che evidenzia una ricerca musicale che spazia dal pop, al gospel fino a toccare le sponde della world music con un marcato riferimento al genere etnico. Un vero e proprio viaggio sonoro che attraverso ogni brano si intreccia sempre più con quello dell’anima.
La sua avventura londinese durerà all’incirca un anno grazie alla quale avrà la possibilità di lavorare nel musical “We Will Rock You” scritto dai Queen e Ben Elton. Tante e varie le esperienze artistiche vissute a Londra a seguito delle quali, al suo rientro in Italia, Shara si dedica alla realizzazione di nuovi progetti dal taglio anche socio-culturale spinta dal desiderio di mettere in luce tutto il buono presente nella sua terra d’origine: il Sud. Tra questi c’è il format tv intitolato “Pizza Time” (2011) di cui è stata produttrice ed ideatrice nonché autrice della sigla e delle musiche originali.  Il 2011 è un anno assai produttivo infatti iniziano i grandi lavori per la realizzazione del Terronian Festival che darà il via a tutta una serie di iniziative dedicate alla valorizzazione dei territori del Sud e delle relative eccellenze in esso presenti. Tra le varie iniziative da lei portate avanti non poteva ovviamente mancare un nuovo lavoroo discografico ispirato e dedicato proprio a queste tematiche territoriali, progetto a cui ha cominciato a lavorare nel settembre 2013. Una mente definita da più persone “vulcanica” quella di Shara dalla quale è sempre impossibile prevedere l’ultima novità con cui saprà ancora una volta meravigliare.

Website: www.shara.it

 

 

Salvatore Di Matteo

Salvatore Di MatteoDiscendente di una storica famiglia di pizzaioli, Salvatore Di Matteo inizia a muovere i primi passi nel mondo della pizza fin dai primi anni di età. Con lui continua la tradizione familiare iniziata nel lontano 1936.

L’amore verso questo antico mestiere è assoluto, inizia come garzone per poi ottenere mansioni sempre più adatte alla sua innata propensione verso questo lavoro sostenuto fortemente dallo zio Gennaro. Le esperienze di vita lo allontanano per diversi anni da questa amata attività conducendolo su un percorso lavorativo differente che nel tempo lo porta a crescere e maturare, caratteristiche indispensabili per poter affrontare in seguito il duro impegno legato alla gestione dell’attività familiare.

E’ all’incirca il 2009 quando Salvatore ritorna nuovamente in pizzeria dove si rendeva ormai necessaria una figura giovane con molta voglia di fare e di mettersi in gioco.

Nel maggio del 2011 Salvatore partecipa alla trasmissione televisiva Pizza Time che parla della storia della pizza attraverso un viaggio itinerante alla scoperta delle origini di chi vive da sempre questa magica pietanza come una imprescindibile tradizione familiare che si tramanda di generazione in generazione. Da questo programma inizia una vera e propria escalation di vittorie e riconoscimenti per la sua attività. In brevissimo sono tante le manifestazioni legate al mondo della pizza in cui Salvatore viene invitato a partecipare e la sua presenza nelle trasmissioni televisive comincia ad essere sempre più richiesta.

A settembre dello stesso anno si classifica al primo posto nel concorso World Cup 2011 con il suo Ripieno Doc, da questo momento in poi l’attenzione da parte di giornali, blog e tv aumenta vertiginosamente.

Successivamente l’UEPT&R conferisce al giovane Di Matteo il titolo di istruttore di laboratorio presso l’Università Popolare Internazionale della Pizza.

Per omaggiare questa pietanza al giovane Di Matteo viene l’idea di dedicare un trofeo della pizza alla storica via Tribunali che è da sempre ritenuta la culla di questa secolare tradizione gastronomica nota a livello mondiale. L’incontro con la cantautrice Shara si rivela propizio per la realizzazione di questo suo sogno che riesce a concretizzarsi nel settembre del 2012.

Per l’erede dalla tradizione firmata Di Matteo il 2013 si apre all’insegna di una serie di novità.

Il 7 e 8 ottobre 2013 lo vedono di nuovo protagonista al campionato del mondo di pizza (Pizza World Cup) tenutosi a Roma presso la struttura del Palacavicchi dove, con oltre 300 pizzaioli in gara, si aggiudica il titolo di Super Campione 2013 avendo ottenuto il maggior punteggio da parte dei giurati.

Il 2013 per Salvatore si conclude in bellezza con l’ideazione del suo progetto Pizza Madre creato con l’intento di dare una adeguata continuità alla tradizione ereditata fornendo al tempo stesso un nuovo modo di fare economia con la tradizione stessa.

Website: www.salvatoredimatteo.com