SharaSi intitola “Vento del Sud” il nuovo lavoro discografico della cantautrice partenopea Shara frutto di un intenso lavoro durato oltre 2 anni. Uscito lo scorso 26 Gennaio il disco è disponibile in digital download e sulle principali piattaforme streaming. Scritto e composto interamente dall’artista stessa, Vento del Sud è parte di un ampio ed ambizioso progetto che Shara concepì verso la fine del 2011, il Terronian Project, il quale aspira a valorizzare e promuovere i territori del Sud che sono spesso tenuti nell’ombra. E’ quindi questo il senso e lo scopo di questo lavoro: risaltare e mettere in luce il buono delle terre del Sud Italia, luoghi ricchi di storia, arte, tradizioni, cultura ed ovviamente buon cibo, insieme alle molteplici eccellenze in esse presenti.  «Parlare delle mie radici è stato per me un voler dare voce al Sud raccontandolo attraverso la musica che mi vive dentro. – racconta Shara – Le immagini collegate a questo progetto e i luoghi scelti come sfondo dei miei videoclip sono esattamente ciò che i miei occhi vedono quando guardo questa terra. Volevo far sentire a tutti quelli che non conoscono questi luoghi magici e meravigliosi qual è la musica che questi posti inspirano all’anima e cosa devono vedere i loro occhi quando guardano il mio Sud».
Per Shara la musica è condivisione, è simbolo di unione tra le persone, è l’espressione di quel “regno chiamato alleanza” di cui lei canta nel singolo Vento del Sud che ha dato il nome all’ EP. E questo suo modo di concepire la musica, oltre che la vita stessa, si sente attraverso l’intero lavoro. «Grazie a Vento del Sud ho potuto sperimentare intensi momenti di collaborazione con musicisti di forte valore sia professionale che umano che hanno apportato al progetto un importante contributo per la ricercatezza nelle sonorità miscelate ai loro personali virtuosismi. Tra questi ci tengo a ricordare Pasquale Faggiano che ha curato gli arrangiamenti di tutto l’EP, Carlo Fimiani, Flavio Gargano, Antonio De Luise, Gigi De Rienzo, Simona Guida ed i Non Solo Gospel, Ivana Giugliano, Gennaro Desiderio, e Vittorio Riva».
Il Sud ha i suoi mille linguaggi ed innumerevoli simbolismi e Shara ha voluto esaltarli in questo lavoro attraverso sonorità ed immagini utilizzando una chiave molto intensa e caratterizzante, ma allo stesso tempo chiara di modo che il messaggio potesse arrivare in maniera diretta dritto al cuore della gente senza correre il rischio di essere frainteso. «L’essenza del Sud è spesso riassunta anche in piccoli oggetti che in breve sono capaci di evocarla e trasmetterla soltanto guardandoli. – racconta Shara – Per questo motivo ho ritenuto opportuno comunicare il concetto di “meridionalità” anche attraverso l’immagine. Gli elementi utilizzati nelle foto e nei video collegati all’intero progetto “Vento del Sud” sono tutti dei chiari riferimenti alla storia, alle leggende ed ai “frutti” di questa terra, al senso di regalità legato al Regno delle Due Sicilie ed al sentimento religioso che è fortemente radicato nel popolo meridionale.»
L’artista aspira così a comunicare l’essenza della sua terra col proposito di ispirare il prossimo a credere nella concreta possibilità di un cambiamento e poter quindi in tal modo sovvertire l’attuale stato di cose. Sud, un luogo che nel tempo ha visto alternarsi dominazioni di ogni genere, territorio depredato di arte e ricchezze ed a cui ancora si tenta di sottrarre per frenarne la crescita e tenerlo nell’ombra. «Il “vento” per me è sinonimo di cambiamento, – afferma Shara – quando lui soffia di certo le cose dopo il suo passaggio non sono mai più le stesse.  “Vento del Sud” per me rappresenta la consapevolezza che tutto il potenziale racchiuso in questa terra è simbolo di risorse a cui un intero paese può attingere, patrimonio e fucina di eccellenze dove una nazione come la nostra può cogliere l’impulso per una nuova rinascita.»

Antonella Di Domenico