Il Pizza Madre è uno degli ultimi nuovi progetti che l’associazione intende lanciare da Gennaio 2014.

Tale progetto parte, in questa fase iniziale, con delle attività destinate a figure professionali collegate al settore enogastronomico per garantire il proseguimento dell’antica tradizione legata alla produzione della vera pizza napoletana. Tali attività verranno identificate sotto il concetto di “Laboratorio” che vede la sua prima sede a Napoli.

L’iniziativa è aperta a tutti gli aspiranti pizzaioli provenienti dall’Italia e dal resto del mondo che vogliono inserirsi con una qualifica certificata direttamente nel mondo del lavoro.

L’idea di questo progetto nasce dalla mente di Salvatore Di Matteo per una sentita esigenza di trasmettere il senso reale di questa antica tradizione.

La sezione “Lab” del progetto “Pizza Madre” è quindi un’iniziativa che mira alla salvaguardia di un mestiere antico come quello del pizzaiolo che nell’epoca attuale rischia di smarrire le tecniche tramandate dalla tradizione a causa dell’avanzare sempre più crescente della tecnologia e dei fenomeni di mercato.

Madre sta per genitrice, iniziatrice di un qualcosa perché da lei tutto ha inizio, ma è anche il ruolo della madre quello di proteggere e tutelare le sue creature. In questo caso da tutelare e proteggere è l’originalità di una pietanza che da secoli si tramanda per gusto e caratteristiche come emblema della tradizione enogastronomica napoletana.

L’intento è quindi quello di trasmettere col rispetto degli insegnamenti ricevuti dai precedenti Maestri pizzaioli l’arte del fare la pizza in modo tradizionale.

Le Fasi

Pizza Madre lab” si concretizza in una prima fase con un approfondimento della parte teorica, tecnica e pratica del laboratorio durante il quale si apprenderanno le tradizionali tecniche di mestiere che serviranno alla realizzazione del prodotto finito: la pizza.

Una seconda fase sarà invece esclusivamente dedicata alla conoscenza degli aspetti storici ed enogastronomici di questa antica pietanza con particolare riferimento al territorio ed ai relativi prodotti tipici. Tale momento verrà identificato come “Storia della pizza e conoscenza dei prodotti tipici del territorio”.

Per toccare ancor più in profondità la storia di questo mestiere si è pensato di realizzare una sezione speciale denominata “Linguistica del pizzaiolo” che consente di entrare nel profondo della conoscenza di terminologie ed espressioni idiomatiche tipiche di una vera e propria lingua appartenente alla categoria dei pizzaioli.

Un’ultima parte sarà inoltre dedicata all’aspetto economico e commerciale legato alla realizzazione ed alla vendita di questa pietanza. In tempi di crisi si mostrerà come sia possibile creare opportunità di lavoro ed incrementare con investimenti equilibrati le possibilità di guadagno.

Al termine dello svolgimento del progetto “Pizza Madre lab” sarà rilasciato un attestato che certificherà ad ogni aspirante pizzaiolo l’avvenuta partecipazione ad esso.

Le attività di tecnica, teoria e pratica, quelle relative all’aspetto economico e commerciale e la sezione del progetto denominata “Linguistica del Pizzaiolo” saranno curate direttamente dallo stesso Salvatore Di Matteo.

La sede presso cui saranno svolte le attività condotte da Salvatore Di Matteo è la storica Pizzeria Di Matteo situata in via Tribunali, 94 sin dal 1936 di cui lo stesso Salvatore è titolare.

La sezione del progetto “Pizza Madre lab” dedicata alla storia della pizza ed enogastronomia del territorio sarà invece curata dal Dott. Giuseppe Giorgio, giornalista, sociologo e critico enogastronomico che intratterrà gli allievi sugli aspetti socio culturali ed antropologici della pizza nei secoli, con particolare riferimento all’evoluzione della specialità tipica regionale attestata nel mondo come il vero logo della Napoli glocal. Partendo dalla fisiologia del gusto, dall’analisi degli ingredienti dal punto di vista sensoriale ed organolettico ed ancora, osservando i risvolti storici legati alla pizza ed ai personaggi che l’hanno resa celebre nei secoli, le lezioni del Dott. Giorgio offriranno un quadro chiaro sulla grande epopea di un prodotto che lega le vicende degli uomini alla complessa storia della città di Napoli.

L’intero progetto di laboratorio della pizza avrà una durata di 60 ore e potrà svolgersi in un arco temporale che va da 4 a 6 settimane.

Al termine del “Pizza Madre” è prevista una prova finale.

Per ricevere info e dettagli in merito scrivere al seguente indirizzo mail:

pizzamadre@terronian.com.